I tributi locali possono essere belli e seducenti? Magari no, ma con i servizi di eGlue possono diventare molto meglio di come sono ora.

Negli ultimi articoli del blog abbiamo raccontato come i servizi CCM di eGlue aiutino le aziende dei settori Utility e Insurance a digitalizzare le relazioni con i clienti finali, potenziando la customer experience e l'engagement. In questo post ci occuperemo di PAL e analizzeremo in che modo servizi CCM evoluti, come la comunicazione dinamica e il video personalizzato, possono aiutare gli enti a digitalizzare il ciclo di emissione e riscossione di un’ampia gamma tributi locali come la TARI, TASI, TOSAP, et similia.
 

La sfida della PAL nel panorama odierno

La Pubblica Amministrazione Locale è di fronte a una grande sfida: la digital transformation, il titanico sforzo di digitalizzazione di tutti i processi interni ed esterni all’ente, in un contesto di scarsità di risorse, resistenze al cambiamento e strumenti inadeguati. Basta pensare alle principali fonti di sostegno che comuni ed entità locali hanno a disposizione, multe e pagamento delle imposte: nella riscossione di tributi, nella comunicazione con i cittadini, le PAL scelgono ancora troppo spesso come metodo principale l'invio cartaceo.

Questo, tanto più se inserito nel contesto di un panorama ormai ampiamente digitale, pone di fronte a tutta una serie di problematiche di difficile soluzione se non tramite l'implementazione di sistemi dinamici e all'avanguardia come quelli digitali: il cartaceo è percepito come freddo, negativo, obsoleto e ben lontano dal concetto di user-friendly che oggi utenti e imprese si aspettano dalla PA. A questo si aggiunge la grande mole di dati che le PAL devono elaborare e gestire, spesso con software e sistemi gestionali obsoleti e di difficile utilizzo, con la conseguente deriva organizzativa e la finale perdita di denaro.

CCM e PAL: gli strumenti per trasformare criticità in vantaggi

Quello delle Pubbliche Amministrazioni Locali è un campo caratterizzato da un forte divario tecnologico: tolti alcuni casi virtuosi, il panorama italiano vede ancora molti enti ben lontani dalla PA Digitale che oggi dovrebbe essere una realtà consolidata. Ecco dove entrano in gioco i servizi di Customer Communication Management come alleati cruciali e soluzioni al divario odierno.

Comunicazione dinamica

La comunicazione dinamica si basa su documenti dinamici, ossia micro-siti personalizzati per ciascun destinatario e compatibili con qualsiasi dispositivo di visualizzazione, che sostituiscono o affiancano gli equivalenti documenti cartacei. I documenti dinamici oltre a rendere meno fredda e negativa la percezione dell’utente, possono ospitare servizi evoluti di presentazione dei dati come grafici e tabelle, consentire filtri e ricerche, abilitare l’accesso a pagamenti digitali e utilizzare servizi remoti ad esempio per rilasciare una ricevuta di pagamento intestata. Un documento dinamico, con un'interfaccia user-friendly, multipiattaforma e ricca di servizi, offre al cittadino un’esperienza di contatto con l’amministrazione completamente digitale, sicura e può essere realizzato a partire dal medesimo tracciato dati dell’equivalente documento cartaceo.

Video personalizzato

Il video personalizzato, di cui il nostro potente strumento Vìdeo è un esempio, può essere la chiave del contatto utente/ente in ambito PAL grazie all'alto grado di personalizzazione: basato su una piattaforma studiata sulle esigenze del cliente, il video personalizzato tramuta i dati a disposizione dell'Ente in una user experience utile e d'effetto. Al suo interno le CTA cliccabili e i contenuti totalmente customizzati lo rendono uno strumento di altissima efficacia.

I vantaggi:

L'utilizzo di sistemi di CCM digitali applicati alla PAL porta innumerevoli vantaggi sia per l'ente che per l'utente/impresa finale; i tre principali che possiamo delineare sono:

Ottimizzazione delle risorse rispetto al cartaceo: la digitalizzazione dell'invio di comunicazioni agli utenti finali in sostituzione del cartaceo è un punto a favore dell'ottimizzazione delle risorse poiché comporta da un lato la riduzione dei costi di stampa e dall'altro quella dei tempi di delivery e dunque di riscossione.

Percezione migliorata e salvaguardia dell’ambiente: la digitalizzazione delle infrastrutture e dei metodi di riscossione avvicina imprese e cittadini agli enti pubblici, offrendo sistemi e servizi al passo con le aspettative di un mondo in forte evoluzione.

Servizi informativi: la gestione di una grande mole di dati può essere un pesante onere o un vantaggio strategico per le aziende, siano esse pubbliche o private. Le giuste strategie di CCM possono aiutare le PAL a tramutare i big data in informazioni utili e personalizzate da comunicare all'utente, creando un senso di utilità e una maggiore umanizzazione delle comunicazioni.

Sei un manager nel settore PAL e vorresti capire cosa il CCM possa fare per te? Contattaci per parlarne insieme e scegliere gli strumenti più adatti al raggiungimento dei tuoi obiettivi.